Pensarci per tempo


Mi sono iscritta alla newsLetter di Domitilla Ferrari. Mi ha incuriosito il titolo della sua ultima comunicazione “La morte è la cosa di cui parlo di più“.
In effetti credo invece che la morte sia davvero la cosa di cui si parla di meno. Nessuno ne parla perché è tabù. Soldi e morte… brrrr!

Invece, l’ultima sua newsletter, parla della morte e della necessità di pensarci prima…
Certo che ci penso alla morte, io almeno ci penso, anche se non sono una che ne parla spesso, ma ci penso. E sentire, anzi leggere, che è un bene pensarci e fare in modo che quando morirò, perché non so quando, ma potrebbe accadere in qualsiasi momento, tutto sia in ordine.
Ho già vuotato la casa di mio padre e ho trovato un gran caos. Chissà se avrei trovato le sue lettere se lui avesse pensato che stava per morire. Ma lui non ci pensava di certo.

Allora credo che comincerò a mettere ordine in previsione della mia dipartita. Ci avevo già pensato quando ho detto a mio figlio che mi piacerebbe che quando non ci sarò più potrebbe aprire la mia casa e far portare via a chi viene un pezzetto di me… Ma intanto ho già cominciato col trasloco, mi sono liberata di tante cose che erano diventate superflue e ora credo che continuerò.

Forse regalerò quello che mi è caro, che non voglio buttare ma non mi è più possibile tenere, farò posto nell’armadio perché ho troppi vestiti che non metto più, nemmeno per sbaglio. Sarò spietata con me stessa e sì… ci proverò.
Chissà, magari non ci riuscirò a disfarmi di tante cose, ma le parole di Domitilla mi hanno aperto alla possibilità che io mi alleggerisca un po’. Almeno un po’! E nello stesso tempo alleggerisca anche chi mi sopravviverà. Mi sembra un bel regalo.

Ricordo che quando sono partita per l’America, ormai una vita fa, avevo paura di morire. Ero più giovane, molto più giovane, ma il viaggio mi attirava e spaventava nello stesso tempo. Mi ricordo che ho scritto una lettera a mio figlio nel caso io non fossi tornata… Chissà che fine ha fatto quella lettera?

Tra l’altro Domitilla ha consigliato un libro che ha un titolo lunghissimo “L’arte svedese di mettere in ordine. Sistemare la propria vita per alleggerire quella degli altri” di Margareta Magnusson.

Precisazione doverosa: Domitilla Ha parlarlo della morte in questa newsLetter, ma nelle altre parla di tante altre cose!

Nella foto la mia ultima dimora!!!

,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: